fbpx

Manutenzione della stufa a pellet, quando effettuarla?

manutenzione stufa a pellet

La manutenzione stufe a pellet si articola in più fasi, ed è indispensabile per il corretto funzionamento delle stesse.

Una stufa a pellet è un dispositivo pensato per riscaldare persone e ambienti, e che usa come combustibile il pellet. Per ottenere questo materiale vengono usati gli scarti di lavorazione del legno, e per questo motivo il suo acquisto è solitamente considerato come una scelta ecologica e più salutare per l’ambiente.

In questa guida saranno indicati tutti gli accorgimenti indispensabili per la manutenzione stufe a pellet, e sarà inoltre spiegato quando è il caso di occuparsene.

Stufa a pellet, la manutenzione ordinaria e straordinaria

La pulizia della stufa a pellet è molto importante, per due motivi principali:

  • Per respirare aria più pulita negli ambienti domestici in cui la stufa è collocata;
  • Per prevenire possibili danni, guasti e malfunzionamenti.

Alcune pulizie sono molto semplici e vanno eseguite più frequentemente: sono relative alla manutenzione ordinaria.

Ci sono poi altre operazioni di pulizia e di controllo più complesse, che possiamo definire come interventi di manutenzione straordinaria.

Manutenzione stufe a pellet, quando e come fare quella ordinaria?

La pulizia della stufa a pellet riguarda le sue varie componenti, ciascuna delle quali richiede di essere pulita con una determinata frequenza, o comunque tutte le volte che lo si reputa opportuno.

Come procedere alla manutenzione ordinaria della stufa a pellet? Per prima cosa bisogna assicurarsi che la stufa sia spenta e fredda.

Successivamente, occuparsi delle seguenti operazioni:

  • Pulizia del braciere: andrebbe fatta spesso, anche se non necessariamente tutti i giorni. Si inizia aprendo la porta che darà accesso al braciere, poi con il togliere la cenere che si accumula sul braciere ed intorno ad esso. Per svolgere quest’ultima operazione non è consigliato usare l’aspirapolvere, bensì un bidone aspiracenere. Per capire quando pulire il braciere, basta dare un’occhiata al vetro della stufa ed osservare quanti residui si siano accumulati.
  • Pulizia del cassetto della cenere: va eseguita tutte le volte che diventa troppo pieno. Non tutti i modelli di stufa hanno questo cassetto, ma per quelli che lo possiedono occorre svuotarlo quando necessario, e pulire anche il suo alloggiamento di tanto in tanto, magari servendosi di un bidone aspiracenere.
  • Pulizia del vetro: si può effettuare quando diventa troppo sporco usando della carta inumidita, passandola sul vetro e rimuovendo la cenere e le macchie causate dal pellet.

Interventi di manutenzione straordinaria della stufa a pellet: quali sono e quando eseguirli

Le operazioni che possiamo definire di pulizia straordinaria della stufa a pellet, consistono nelle seguenti operazioni:

  • Pulizia della canna fumaria (almeno due volte l’anno): va fatta all’inizio e a metà stagione invernale, ma anche ogni volta che risulta necessario eseguirla. Se non è pulita, può provocare problemi di combustione, un annerimento del vetro, problemi al braciere e allo scambiatore, ma anche un deposito di ceneri che causa un rendimento non soddisfacente da parte della stufa. Si consiglia di chiamare un esperto per fare ciò, se non si è pratici.
  • Pulizia dello scambiatore della caldaia (due volte l’anno): si tratta di aspirare tutta la cenere accumulatasi durante i vari utilizzi. Lo scambiatore di calore è una serpentina in cui all’interno scorre acqua che si riscalda con la combustione del pellet. Quest’acqua andrà poi ad alimentare i termosifoni di casa. Per pulire questa componente bisogna smontare numerose parti della stufa, e per tale motivo andrebbe eseguita da un esperto.

Manutenzione stufe a pellet: in conclusione

Come giù sottolineato, la manutenzione stufe a pellet è un’operazione da fare con regolarità. Alcune sue componenti sono più facili da pulire, e sono quelle che vanno tenute sotto controllo più spesso. Altre necessitano dell’intervento di mani esperte, ma riguardano pulizie da effettuarsi con minore frequenza.

Come si è potuto constatare nei paragrafi precedenti, la pulizia di questo tipo di  stufe può essere svolta anche senza prodotti chimici: l’importante è che non venga mai trascurata, in modo da consentirne un funzionamento ottimale, e che resti tale a lungo.

 

Abbiamo un offerta valida solo per questo mese .

Compila il modulo senza impegno un nostro tecnico specializzato ti contatterà per illustrarti tutte le promo 2020, con importanti detrazioni fiscali.