fbpx
Back to top

Bonus Stufa a Pellet 2021: tutti gli incentivi disponibili

Tra le varie agevolazioni fiscali spicca il Bonus Stufa a Pellet 2021 per incentivare l’acquisto o la sostituzione della vecchia caldaia o stufa o sistema di riscaldamento della propria casa. Fortunatamente esistono diverse possibilità per ottenere l’agevolazione, perché non esiste un bonus specifico per la stufa a pellet, ma tanti tipi di incentivi tra cui il Super bonus 110%.

Vediamo insieme allora quali possono essere queste agevolazioni che anche l’azienda Dtf Italia mette a disposizione di tutti i suoi clienti.

Ecobonus 50%

Nel Bonus Stufa a Pellet 2021 rientra pure l’Ecobonus del 50% o meglio il bonus tradizionale che offre detrazioni a partire dal 50% fino ad arrivare all’85%. Chi ha intenzione quindi di cambiare la stufa o il riscaldamento di casa, in ufficio o in azienda questo bonus propone la detrazione al 50% in caso di acquisto e posa degli impianti di riscaldamento invernale composti da un generatore di calore che lavora con biomasse combustibili.

 

Si possono spendere per l’acquisto e la posa fino a 30.000 Euro. I condomini dei palazzi potranno usufruire della detrazione del 70 o 75% con una spesa al massimo di 40.000 Euro che va moltiplicata per ogni appartamento, inoltre la detrazione potrebbe essere dell’80 o 85% se si effettuano delle migliorie antisismiche con un massimo di spesa di 136.000 Euro che deve essere moltiplicato per ogni appartamento.

 

Questo bonus per l’acquisto anche della stufa a pellet si potrà ottenere con la detrazione nella Dichiarazione dei redditi per il 50% della spesa effettuata in 10 quote da dividere in 10 anni, oppure  con la cessione del credito o con lo sconto in fattura. In quest’ultimo caso lo sconto è sul corrispettivo totale dovuto, mentre la cessione del credito sarà pari ad un importo uguale da cedere a terzi compresi gli Istituti bancari e finanziari che lo utilizzeranno per compensare le imposte dovute oppure per cederlo a loro volta.

 

Bonus ristrutturazione al 50%

Fa parte sempre del Bonus Stufa a Pellet 2021 il Bonus ristrutturazioni per lavori di manutenzione straordinaria. Sono inclusi gli interventi per l’uso dell’energia rinnovabile e quindi anche l’acquisto delle stufe a pellet con una detrazione del 50% e una spesa massima di 96.000 Euro.

 

Questa possibilità è proposta sia per i condomini che per unità immobiliari indipendenti. Per i condomini logicamente i 96.000 Euro sono da moltiplicare per ogni appartamento. Si può usare il Bonus ristrutturazione nella Dichiarazione dei redditi con 10 quote per 10 anni oppure con la cessione del credito o lo sconto in fattura.

Conto termico GSE 65%

Per quel che riguarda il Conto Termico si parla di un incentivo del GSE cioè Gestore dei Servizi Energetici. In questo caso, il beneficiario ottiene il bonus non nella Dichiarazione dei redditi o nella cessione del credito o con lo sconto in fattura, ma con una procedura un po’ diversa dal solito. Ne possono usufruire sia imprese che privati.

 

Come si svolge? Si richiede l’incentivo quando il lavoro è finito, cioè quando l’istallazione per esempio di una stufa a pellet è completata. Se la domanda è accettata si riceve un bonifico direttamente sul conto corrente entro 2 mesi con la possibilità di vedersi accreditare fino a 5000 Euro in un’unica soluzione oppure in più rate se l’importo supera 5000 Euro e in un lasso di tempo che varia da 2 a 5 anni.

 

Il bonus quindi è del 65% dell’importo speso per sostituire un impianto precedente e non per una nuova installazione.

Superbonus 110%

Sempre nell’ambito di Bonus Stufa a Pellet 2021, il Superbonus 110% consiste nell’agevolazione per impianti a biomassa. Anche qui bisogna sostituire un precedente impianto preesistente, inoltre deve essere eseguito in modo tale che le prestazioni energetiche subiscano un miglioramento pari a 2 classi in più rispetto alla condizione precedente. Se per esempio dopo la sostituzione della stufa l’immobile diventa classe A sarà sufficiente un miglioramento di prestazione energetica di una sola classe e non di due. I massimali di spesa sono ben precisi:

 

– fino a 30.000 Euro per unità indipendenti o unifamiliari

– fino a 20.000 Euro per ogni appartamento di condomini fino a 8 unità

– fino a 15.000 Euro per ogni unità immobiliare per i condomini con più di 8 unità

 

Il Superbonus 110% può essere chiesto in detrazione nella Dichiarazione dei redditi recuperandolo in 5 rate per 5 anni oppure con lo sconto in fattura o con la cessione del credito.

A questo punto, non resta che scegliere tra gli incentivi disponibili il Bonus Stufa a Pellet 2021 che meglio corrisponde alle proprie esigenze, all’insegna di un confortevole risparmio!